Questo sito contribuisce alla audience di

Santiago de Cuba (città)

Guarda l'indice

Generalità

Città (455.410 ab. secondo una stima del 2013) di Cuba, capoluogo della provincia omonima, sulla costa sudorientale dell'isola, 740 km a ESE dell'Avana. Il suo sviluppo è stato particolarmente intenso negli ultimi decenni, quando la popolazione (che fino al secondo dopoguerra superava di poco i 100.000 ab.) è cresciuta a 225.000 ab. nel 1961 e a 345.000 ab. nel 1981, con un parallelo notevole incremento anche nella dotazione di servizi. Oggi Santiago è la seconda città del Paese dopo la capitale, attivo porto commerciale sul Mar delle Antille e sede di industrie alimetari, tessili, del tabacco, meccaniche, cantieristiche, chimiche, petrolchimiche, del legno, della carta, del cemento, del cuoio e delle ceramiche. Università (1947). Aeroporto internazionale.

Storia

Fondata nel 1514 dal fratello di Cristoforo Colombo, Diego, dal suo porto, nel 1520, salpò la spedizione di Hernán Cortés alla conquista del Messico. Nel 1898 fu sottoposta ad assedio dalla squadra navale statunitense, durante la guerra ispano-americana. Negli anni 1953-59 è stata teatro delle azioni di guerriglia condotte da Fidel Castro contro il governo cubano dell'epoca, costituendo una fra le basi principali del movimento rivoluzionario.

Media

Santiago de Cuba.