Questo sito contribuisce alla audience di

Santo Stéfano di Camastra

comune in provincia di Messina (152 km), 70 m s.m., 21,88 km², 4653 ab. (stefanesi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre) e Madonna Addolorata (terza domenica di settembre).

Centro situato sul litorale tirrenico, ai piedi del versante settentrionale dei monti Nebrodi, nel cui parco regionale è compreso. Infeudato al tempo dell'imperatore Federico III, appartenne a vari signori, tra cui i Marullo e i Cirino. Fu distrutto da una frana nel 1682 e ricostruito più vicino alla costa, nella posizione attuale. § La chiesa madre di San Nicola (sec. XVII, completata nel sec. XVIII) conserva un bel portale rinascimentale. Il palazzo Trabia ospita il Museo Civico delle Ceramiche. Nel paese ha sede un'importante Scuola d'arte per la ceramica. § L'agricoltura produce cereali, ortaggi, frutta, olive e uva da vino. L'industria opera nei settori dell'abbigliamento e dei materiali da costruzione; è il maggiore centro produttivo di ceramiche artistiche della Sicilia. Hanno notevole importanza la pesca e il turismo balneare.