Questo sito contribuisce alla audience di

Sarcòfagi, Tèsti dei-

testi, geroglifici o ieratici, che in Egitto furono ricopiati per la prima volta sulle pareti delle bare, in un periodo tra il 2200 e il 1600 a. C. circa. Essi continuano l'usanza dei Testi delle Piramidi, da cui si distinguono per essere in beneficio di cittadini privati. Ne è conseguenza il maggior numero di copie e la varietà dei testi trasposti nel rituale funerario. Accanto a essi continuano a essere adoperati e trascritti anche i Testi delle Piramidi. Per la buona conservazione dei sarcofagi lignei, questo corpo di iscrizioni ha grandissima importanza e trasmette un complesso di testi rilevanti per il numero, l'antichità, il contenuto. Quest'ultimo abbraccia campi assai eterogenei che vanno dalla magia, al diritto, alla religione, al mito. I testi sono documentati in tutto l'Egitto e possono riflettere tradizioni locali con una caratteristica libertà di scelta che regola l'introduzione di documenti nell'uso funerario e il loro eclettismo. Nell'insieme costituiscono il terreno di formazione del Libro dei Morti, che ne rappresenta in qualche misura una riduzione e sistemazione.