Questo sito contribuisce alla audience di

Sarduri

nome di alcuni re urartei.

SardurI (832-825 a. C.), fu iniziatore della potenza dello stato di Urarṭu, posto tra i confini nordoccidentali dell'altopiano iranico e le montagne dell'Armenia, con capitale a Tušpa sul lago Van. Venne attaccato da Dayyān-Aššur, generale del re assiroSalmanassar III (858-824).

SardurII, figlio di Išpuini (824-805 a. C.), non fu re, ma soltanto governatore della città di Muṣaṣīr, santuario nazionale urarteo.

SardurIII (765-733 a. C.) segnò il culmine della potenza urartea. Sconfisse o piegò all'alleanza i regni cilici di Kummuh, Malatya, Gurgum, Qūe, e quelli siriani di Karkemiš, Arpad, Tiro, minacciando l'egemonia assira. Affrontato da Tiglat-pileser III in una decisiva battaglia a Kištān in Commagene, fu sconfitto e perdette il controllo della Siria-Cilicia; fu poi assediato dagli Assiri nella sua capitale, ma resistette.

SardurIV regnò alla fine del sec. VII a. C., quando Urarṭu stava per essere travolto dall'invasione scitica.

Media


Non sono presenti media correlati