Questo sito contribuisce alla audience di

Sarròcchi, Margherita

poetessa italiana (Napoli 1560-Roma 1618). Intrattenne rapporti con letterati e uomini di scienza tra cui G. Marino, di cui fu amica e poi avversaria, e Galileo, del quale difese le tesi. Lasciò, oltre a lettere in italiano e latino, interessanti documenti della vita del tempo e sulla sua personalità, il poema in 23 canti Scanderbeide (postumo, 1623) che celebra le imprese dell'eroe nazionale albanese Giorgio Castriota (Scanderbeg).

Media


Non sono presenti media correlati