Questo sito contribuisce alla audience di

Saskatchewan (provincia)

provincia (652.330 km²; 1.027.800 ab. nel 1999; capoluogo Regina) del Canada centromeridionale confinante con gli Stati Uniti a S, con le province di Alberta e Manitoba rispettivamente a W e a E e con i Territori del Nord-Ovest (distretto di Mackenzie) a N. Il territorio, prevalentemente pianeggiante a N e al centro, è mosso a S da alcune dorsali collinari e montuose (Moose Mountains, Touchwood Hills, Cypress Hills, Beaver Hills) ed è attraversato dai fiumi Saskatchewan, Churchill, Qu' Appelle e Assiniboine, tutti tributari della baia di Hudson. È evidente dappertutto l'azione di escavazione e di deposito della grande glaciazione quaternaria: ne sono testimoni i numerosi laghi, tra cui l'Athabasca, il Wollaston, il Reindeer (Lago delle Renne), il Cree, il Primrose, il Churchill, il La Ronge, il Pinehouse e il Quill. Il clima è di tipo continentale freddo, con estati fresche, inverni rigidi (a Regina la temperatura media di luglio è di 18 ºC, quella di gennaio -17 ºC) e precipitazioni annue oscillanti tra i 200 e i 600 mm. L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, lino), sull'allevamento bovino e suino, sullo sfruttamento forestale e su quello del sottosuolo, da cui si estraggono petrolio, rame, zinco, uranio, oro, argento, carbone, cadmio, gas naturale, sali potassici, lignite. L'industria, attiva nei settori alimentare, conciario, del legno, petrolchimico e tessile, è concentrata nel capoluogo e nella città di Saskatoon; altre città importanti sono Moose Jaw, Prince Albert, Swift Current, Yorkton e North Battleford. Turismo. § Preceduta da modesti insediamenti di cacciatori e di commercianti (sec. XVII-XVIII), la Compagnia britannica della Baia di Hudson si installò nella regione nel 1774. La colonizzazione trasse grande stimolo dalla costruzione (1882) della prima ferrovia. Nel 1905 il Saskatchewan divenne provincia.