Questo sito contribuisce alla audience di

Sassònia (Stato)

(Sachsen). Stato confederato (Land) della Germania orientale, 18.414 km², 4.321.437 ab. (stima 2004), 235 ab./km², capitale: Dresda. Distretti governativi: Chemnitz, Dresda, Lipsia. Confini: Brandeburgo (N), Sassonia-Anhalt (NW), Turingia (W), Baviera (SW); Polonia (E), Repubblica Ceca (S).

"La cartina geografica dello Stato è a pag. 375 del 19° volume." Il territorio, montuoso a S con i Monti Metalliferi (Erzgebirge), al confine con la Repubblica Ceca, si fa pianeggiante a N (pianura di Lipsia), ed è attraversato dai fiumi Elba, che lo percorre interamente scorrendo verso NW e quindi verso N e a cui tributano i fiumi Schwarze Elster, Mulde, Saale e Havel. Altri fiumi importanti sono Sprea e Neisse. Il clima è di tipo semicontinentale, con precipitazioni copiose specie sui rilievi esposti ai venti umidi provenienti da W. La popolazione, come in tutti i Länder orientali è in diminuzione (confrontando il censimento del 2001 con la stima 2004), a causa sia del saldo naturale negativo che dei flussi migratori verso i Länder occidentali più ricchi. Città principali, oltre alla capitale, sono Lipsia, Chemnitz, Zwickau, Görlitz e Plauen. Le vie di comunicazione hanno ripreso i loro flussi di traffico specialmente in seguito all'annessione alla UE dei Paesi dell'Europa centrorientale; Dresda è collegata a Praga dall'autostrada che dalla sezione centrale della Germania giunge alla capitale attraversando Magdeburgo, Halle e Lipsia. I collegamenti ferroviari, allo stesso modo collegano Dresda a Praga, Vienna e Budapest. Verso N, oltre al collegamento autostradale con Berlino, Dresda utilizza la via navigabile dell'Elba. Gli aeroporti del Land sono a Dresda e Lipsia.In Sassonia si trova il Parco Nazionale Sächsische Schweiz istituito nel 1990 a SE di Dresda, al confine con la Repubblica Ceca, sui due versanti montuosi della valle dell'Elba.§ Il sottosuolo contiene carbone (Dresda, Zwickau), lignite (Lipsia), stagno, ferro, rame e argento (Monti Metalliferi). L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, patate, barbabietole da zucchero), sull'allevamento bovino, ovino e suino, sullo sfruttamento delle foreste (legname), ma soprattutto su grandi complessi industriali (settori siderurgico, meccanico, elettromeccanico, metalmeccanico, della meccanica di precisione, ottico, chimico e tessile), localizzati nei pressi della capitale, che operano in stretto collegamento con un'intensa attività mineraria (lignite, carbone, uranio). Una menzione a parte merita l'industria della porcellana, che storicamente ha centro a Meissen.