Questo sito contribuisce alla audience di

Sattasaī

(Le settecento strofe). Antologia di strofe in māhāraṣṭri, dialetto pracrito, divenuto lingua ufficiale del giainismo. Contiene gli scritti di diversi autori, raccolti da Hāla Sātavahāna (sec. I-II), indicato dalla tradizione come diciassettesimo sovrano della dinastia Andhrabhṛtya. L'opera, che raccoglie le migliori liriche indiane dei primi secoli dell'era volgare, ci è giunta in numerose redazioni che hanno in comune solo 430 delle 700 strofe cui allude il titolo. Molte di esse sono da attribuirsi a Hāla stesso. I motivi sono soprattutto amorosi, svolti con poetica aderenza alla vita di ogni giorno, in un trascorrere mutevolissimo di toni, che si alternano fra modulazioni familiari ed espressioni dettate dalla passione, dalla gelosia, dall'abbandono.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti