Questo sito contribuisce alla audience di

Savarése, Giàcomo

uomo politico italiano (Napoli 1817-1884). Studioso di economia e finanza, di cui trattò in molte opere, tra cui Le finanze napoletane e le finanze piemontesi dal 1848 al 1860 (1862), si prodigò per l'apertura di asili infantili e l'istruzione popolare, principale strumento per l'educazione civile. Seguì le innovazioni politiche con scarsa convinzione, tuttavia nel 1848 accettò la nomina di deputato e quella di ministro dei Lavori Pubblici. Anche gli avvenimenti del 1860 lo lasciarono scettico perché riteneva più aderente alla realtà italiana la federazione e non l'unità. Nel 1872 entrò nel consiglio comunale di Napoli.