Questo sito contribuisce alla audience di

Scòtti, Albèrto I Magno

signore di Piacenza (m. Crema 1318). Nelle lotte tra guelfi e ghibellini emerse durante il rovesciamento di Oberto Pelavicino (1257). Capo della Mercanzia, fu eletto capitano e signore della città (1290). Riuscì a estendere e ad affermare il potere, tanto da far riconoscere come erede il proprio figlio e da vincere e catturare Matteo Visconti (1302); ma le lotte tra le fazioni lo coinvolsero in continue e alterne vicende. Sconfitto da Galeazzo Visconti (1313), fu inviato prigioniero a Milano e poi (1317) rinchiuso a Crema.

Media


Non sono presenti media correlati