Questo sito contribuisce alla audience di

Schönbrunn

castello imperiale che sorge alla periferia di Vienna, già residenza estiva degli Asburgo. Ebbe origine da una casa di caccia acquistata da Massimiliano II, che Leopoldo I fece ingrandire nel 1696-1711 ca. da J. B. Fischer von Erlach. Al tempo di MariaTeresa la struttura del castello venne trasformata per opera di N. Pacassi; nel 1749 si giunse alla sua forma definitiva, caratterizzata dalla lunga, grandiosa facciata. All'interno si trovano ricche collezioni di mobili, arazzi, argenterie; particolarmente notevoli gli appartamenti imperiali (la cui sistemazione fu curata dallo stesso Pacassi) con una fastosa decorazione rococò (intarsi lignei, pannelli dorati, cristalli, cineserie). Il vastissimo parco (ca. 120 ha) fu sistemato, secondo il gusto francese, da J. Trehet e J. F. Hohenberg con fontane, statue e finti ruderi. A Hohenberg si devono anche il padiglione della Glorietta e l'elegante teatrino di corte, il più antico di Vienna.