Questo sito contribuisce alla audience di

Scheel, Walter

statista tedesco (Solingen 1919-). Ministro della cooperazione economica della Repubblica Federale di Germania961 al 1966, divenne nel 1968, sostituendo E. Mende, presidente del Partito liberale democratico, che sotto la sua guida si trasformò in una forza politica moderatamente progressista, entrando nella coalizione di governo. Vicecancelliere e ministro degli Esteri con W. Brandt (1969-74), è stato il secondo grande protagonista dell'Ostpolitik. Dal 1974 al 1979 è stato presidente della Repubblica, eletto con i voti socialdemocratici e liberali.

Media


Non sono presenti media correlati