Questo sito contribuisce alla audience di

Schmidt, Arno

scrittore tedesco (Amburgo 1914-Celle, Lüneburg 1979). Interruppe gli studi di matematica e astronomia e lavorò in un'industria tessile. Dopo la guerra e la prigionia, cambiò più volte residenza. Scrittore di matrice a un tempo illuministica ed espressionistica, di difficile accesso ma ormai d'indiscussa portata, nei suoi libri, che per il carattere composito e il linguaggio sperimentale si esita a chiamare romanzi, abbraccia una mistificata grecità, come in Kosmas oder vom Berge des Nordens (1955; Cosma o del Monte del nord). Si mise in luce soprattutto nel dopoguerra con un racconto, Leviathan (1949; Leviatano), in cui rifiutava con inaudita violenza il nazismo, ponendo comunque in discussione ogni forma di organizzazione sociale e di vita collettiva. In epoca posthitleriana scrisse opere come Aus dem Leben eines Fauns (1953; Dalla vita di un fauno) e Das steinerne Herz (1956; Il cuore di pietra), in cui continuò la propria ribellione ai luoghi comuni sociali attraverso la rivoluzione del linguaggio. Affrontò la tematica della fantascienza in Die Gelehrtenrepublik (1957; La repubblica dei dotti) e Kaff, auch Mare Crisium (1960; Kaff, anche Mare Crisium), in cui nella modesta realtà di un weekend in campagna irrompe una sfrenata fantasmagoria. Zettels Traum (1970; Il sogno di Zettel) riassume gli esperimenti compiuti precedentemente dall'autore per delineare il “flusso di coscienza” dell'intellettuale contemporaneo, in buona parte costituito da inestricabili reminiscenze letterarie, citazioni dirette e impulsi dissacratori. Nel 1975 pubblicò il romanzo Abend mit Goldrand (Sera con orlo dorato). Autore di saggi, contribuì alla rivalutazione di K. May e di F. de la Motte Fouqué.

Bibliografia

C. Cases, in Saggi e note di letteratura tedesca, Torino, 1963; J. Manthey, Schriftsteller der Gegenwart, Olten, 1963; M. Reich-Ranicki, in Literatur der kleinen Schritte, Francoforte, 1971; H. L. Arnold, in Brauchen wir noch die Literatur?, Düsseldorf, 1972; F. Perrin, Le style de Arno Schmidt, Parigi, 1979.

Media


Non sono presenti media correlati