Questo sito contribuisce alla audience di

Schnabel, Julian

artista e regista statunitense (New York 1951). Si è diplomato alla University of Houston, Texas, nel 1973, per poi specializzarsi al Witney Museum of American Art nel biennio successivo. La sua prima personale di pittura si tenne al Contemporary Arts Museum di Houston nel 1976. Si è imposto nel panorama dell'arte contemporanea con opere astratto-figurative la cui caratteristica principale è da sempre quella della “frammentazione” – come attesta la sua serie dei piatti rotti, esposta per la prima volta alla Mary Boone Gallery di New York nel 1979 –, che per Schnabel rappresenta l'unica condizione possibile dell'esistenza. Nel 1983 inizia ad affiancare ai quadri anche le sculture, tutte di stampo New-Dada e realizzate collocando in una nuova dimensione spaziale, carica di energia e dinamismo, detriti e simboli recuperati dal mondo organico, resti della civiltà industriale, reperti del quotidiano, reliquie della natura (Vedi Napoli e poi muori, 1980; Il velo di Veronica, 1984; Night Hunting, 1987; Senza titolo, 1990). Oltre ad aver partecipato alla Biennale di Venezia nel 1993 e nel 1997, Schnabel ha anche esperienza in campo cinematografico: nel 1996 ha firmato infatti la regia del film Basquiat, dedicato all'omonimo artista morto nel 1988 e presentato alla LIII Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nel 1997. Del 2000 è invece il film Before the night falls (Prima che sia notte), sulla vita del poeta cubano Reinaldo Arenas, espulso dal regime castrista e morto suicida nel 1990. Nel 2007 ha vinto al Festival di Cannes la Palma per la miglior regia con Lo scafandro e la farfalla, mentre nel 2010 ha presentato Miral alla Mostra del Cinema di Venezia.

Media


Non sono presenti media correlati