Questo sito contribuisce alla audience di

Schuman, Robert

uomo politico francese (Lussemburgo 1886-Scy-Chazelles, Mosella 1963), democratico popolare, entrò in Parlamento nel 1919. Deportato dai Tedeschi, riuscì a evadere nel 1942. Aderì al Partito cattolico (MRP); fu ministro delle Finanze (1946-47) e presidente del Consiglio (1947-48). Come ministro degli Esteri (1948-53) elaborò il piano che porta il suo nome e patrocinò la CED che però incontrò l'ostilità del Parlamento francese, per cui si dimise. Fu ancora ministro della Giustizia (1955-56) e presidente dell'Assemblea di Strasburgo (1958).

Piano Schuman

Elaborato da Schuman e da J. Monnet, venne presentato il 9 maggio 1950; prevedeva il riassetto e la riconciliazione dei paesi europei all'indomani della fine della seconda guerra mondiale ed era volto essenzialmente alla distensione e all'instaurazione della pace mondiale. Fu in base a esso che venne costituita la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA) e, insieme alla firma del trattato di Parigi (18 aprile 1951), viene considerato il primo dei trattati di fondazione della Comunità europea.

Media


Non sono presenti media correlati