Questo sito contribuisce alla audience di

Sedan, battàglia di-

scontro svoltosi presso la città di Sedan il 1º e il 2 settembre 1870, durante la guerra franco-prussiana, la cui drammatica conclusione provocò la fine del Secondo Impero. L'armata di M. Mac Mahon si trovava a Châlons disposta a difesa di Parigi, quando il 23 agosto ricevette l'ordine di dirigersi su Metz in appoggio all'armata di F. Bazaine. Il comandante tedesco H. von Moltke fece allora muovere verso N la II e la IV armata che si scontrarono vittoriosamente con le avanguardie francesi il 26 agosto a Beaumont, provocando il ripiegamento dell'intera armata di Mac Mahon su Sedan. Von Moltke approfittò subito del momento difficile per i francesi e, forte di 240.000 uomini e di 800 cannoni (esattamente il doppio dell'avversario), il 1º settembre attaccò battaglia. Ferito Mac Mahon, il comando passò da prima a Ducrot quindi a de E. F. Wimpffen, mentre falliva il tentativo francese di aprirsi un varco verso Mézières. Quando la battaglia si traduceva ormai in un'inutile strage, il 2 settembre Napoleone III chiese di firmare la resa: egli stesso venne tradotto prigioniero in Germania.