Questo sito contribuisce alla audience di

Serèmbe, Giusèppe

poeta italo-albanese (San Cosmo Albanese, Cosenza, 1844-1901). Di tutta la sua produzione ci sono giunte solo le Poesie italiane e canti originali tradotti dall'albanese per Giuseppe Serembe (1883) e i Canti, pubblicati dal nipote Cosmo nel 1926. Alcuni canti, tratti da un manoscritto inedito conservato nella Biblioteca Reale di Copenaghen, sono stati pubblicati a cura di G. Gradilone (Contributo alla critica del testo dei canti di Giuseppe Serembe, 1989). Serembe rappresenta una delle più elevate espressioni liriche della letteratura albanese. Le sue poesie, siano esse amorose, meditative o patriottiche, sono ricche di musicalità e passione.

Media


Non sono presenti media correlati