Questo sito contribuisce alla audience di

Seréna di Lapìgio, Ottàvio

uomo politico italiano (Altamura 1837-Roma 1914). Si prodigò per favorire il successo della spedizione dei Mille e la successiva stabilizzazione del nuovo potere nell'Italia meridionale. Entrò in Parlamento nel 1874 come deputato della Destra e si distinse, finché rimase alla Camera (1898), per le sue posizioni conservatrici, che lo portarono, tra l'altro, ad accusare in aula nel 1883 la Sinistra di essersi autodistrutta col trasformismo. Senatore dal 1898, fu prefetto, regio commissario a Napoli nel 1896, sottosegretario agli interni dal 1896 al 1898, presidente di sezione del Consiglio di stato nel 1907.

Media


Non sono presenti media correlati