Questo sito contribuisce alla audience di

Sergel, Johan Tobias

scultore svedese (Stoccolma 1740-1814). Allievo dello scultore francese P. H. Larchevêque, col quale collaborò alla decorazione del castello reale di Stoccolma, soggiornò dal 1767 al 1778 a Roma, dove apprese la lezione del barocco italiano, che seppe però fondere con la nuova sensibilità neoclassica (Amore e Psiche, Marte e Venere, Apollo, tutti a Stoccolma, Nationalmuseum; Fauno ebbro, Parigi, Louvre). Nel 1778 fu richiamato a Stoccolma per succedere al maestro nella carica di scultore di corte. I lavori di questo periodo, soprattutto monumenti ufficiali, sono caratterizzati da un decorativismo più superficiale e celebrativo.

Collegamenti