Questo sito contribuisce alla audience di

Seton, Alexander

alchimista scozzese noto come il Cosmopolita (Seton ?-Cracovia 1604). Divenne famoso per le sue “prodigiose trasmutazioni” eseguite durante viaggi in Olanda e in Germania, tanto che fu accolto alla corte dell'elettore di Sassonia che voleva conoscerne i segreti. Torturato e imprigionato per il suo rifiuto di divulgarli, fu liberato da M. Sendivogius, al quale, prima di morire, rivelò la teoria secondo cui nell'aria esistono particelle nitriche o nitrose che svolgono un ruolo essenziale nella combustione. Tale concezione fu esposta nel Novum lumen chymicum del 1604, opera attribuita a Sendivogius. Buon esempio di quella nuova alchimia teorica che si stava sviluppando agli inizi del sec. XVII, l'opera conteneva assai più chimica dei lavori del secolo precedente, pur essendo ancora deliberatamente oscura e semimistica.