Questo sito contribuisce alla audience di

Shabbétay Ṣebi

agitatore religioso ebreo (Smirne 1626-Dulcigno, Albania, 1676). A Smirne si autoproclamò il Messia promesso dalle profezie bibliche ma fu costretto all'esilio dalla condanna dei rabbini locali. Predicò allora a İstanbul, Gerusalemme e Il Cairo, entusiasmando le folle e facendo molti proseliti. Ritornò a Smirne, dove il popolo lo acclamò come re e Messia. La fama di Shabbétay Ṣebi si diffuse anche in Italia: esistono testimonianze su di lui lasciate da un ebreo di Casale che era solito viaggiare per l'Italia settentrionale. Imprigionato dalle autorità turche, Shabbétay Ṣebi barattò la vita con la conversione all'Islam. Dopo la sua apostasia, il movimento si avviò a un lento ma progressivo declino.

Media


Non sono presenti media correlati