Questo sito contribuisce alla audience di

Shamshi-Adad o Šamši-Adad

nome di cinque re assiri di cui i più importanti furono il primo e il quinto. Šamši-Adad I (1813-1781 a. C.), usurpatore, figlio del capo-tribù amorreo Ila-kabkabī, conquistò Ekallātum e Assur, espellendone Erošum. Dotato di eccezionale energia, costruì un vasto impero basato oltre che sulla capitale Assur sui viceregni dei figli Išmē-Dagan a Ekallātum (sul Tigri a valle di Assur) e Yasmah-Addu a Mari (sull'Eufrate, nei cui archivi si sono trovate molte lettere dello stesso Šamši-Adad). Alla sua morte l'impero crollò: una spedizione di Ešnunna in alta Mesopotamia e il recupero del trono di Mari da parte della dinastia indigena (Zimri-Līm) restrinsero al nucleo storico dell'Assiria il territorio controllato da Šamši-Adad I. Šamši-Adad V (823-811), figlio di Salmanassar III, dovette conquistare il trono in battaglia contro il fratello Aššur-nādin-apli. Sposò la babilonese Šammuramat (la leggendaria Semiramide), intervenne negli affari babilonesi, sconfiggendo i re Marduk-balaṭsu-iqbī e Baba-ah-iddina.

Media


Non sono presenti media correlati