Questo sito contribuisce alla audience di

Sharh Sokhta

località dell'Iran, nella provincia di Sīstān e Balūchistān, ai confini con l'Afghanistan. Accanto ai vistosi resti del nucleo urbano, risalente all'Età del Bronzo, si è messa in luce una vastissima necropoli a inumazione, con individui per lo più di età molto giovane. Si sono raccolti grandi quantitativi di vasi dipinti con motivi geometrici o zoomorfi, nonché reperti che attestano la lavorazione del lapislazzuli. I resti faunistici fanno pensare a un'economia basata in gran parte sull'allevamento di pecore e capre e sulla caccia alle gazzelle e ai volatili, nonché alla pesca nel vicino fiume Helmand.

Media


Non sono presenti media correlati