Questo sito contribuisce alla audience di

Sharoff, Piètro

regista russo naturalizzato italiano (Perm 1886-Roma 1969). Allievo al teatro d'arte di Mosca (1904), si formò con V. E. Mejerchold e lavorò poi in vari teatri. Nel 1914 divenne membro del consiglio direttivo del I Studio e insegnante di recitazione al II Studio del Teatro d'Arte, diretto da K. S. Stanislavskij col quale, divenutone segretario e aiuto regista, fondò due teatri popolari. Nel 1923 fondò e diresse una “Sezione praghese” al teatro dell'Arte di Mosca nota in Europa come “Gruppo di Praga”. Chiamato in Italia da T. Pavlova (1929), ottenne grande successo con L'uragano di A. N. Ostrovskij In seguito alternò la sua attività tra Germania e Italia, finché nel 1923 si stabilì a Roma dove aprì una scuola di recitazione e regia, e diresse la compagnia dell'Eliseo (con A.Pagnani, G. Cervi, R. Morelli, P. Stoppa e C. Ninchi), con cui mise in scena soprattutto testi di W. Shakespeare (da ricordare la sua versione di La dodicesima notte) e A. P. Čechov. Diresse inoltre lavori di M. Gorkij, N. V. Gogol, L. N. Tolstoj, A. Schnitzler e L. Pirandello . Dal 1945 fu direttore della Libera Accademia di Teatro e tornò a lavorare all'estero pur continuando a dare il suo contributo in alcune compagnie italiane.