Questo sito contribuisce alla audience di

Shetland, isole-

arcipelago (1466 km²) del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, tra l'oceano Atlantico e il Mare del Nord, al largo della costa nordorientale della Scozia, di cui costituisce l'omonimo distretto unitario. È formato da un centinaio di isole, tra le quali Mainland, la principale, copre da sola i due terzi dell'intera superficie; seguono Unst, Yell, Fetlar, Bressay, Whalsay, Foula, Papa Stour e Muckle Roe. Della regione insulare fa parte anche la piccola isola di Fair, situata tra Mainland e l'arcipelago delle Orcadi. Le coste, alte e rocciose, presentano profonde insenature di origine glaciale (voes) di grande impatto paesaggistico; il rilievo è modesto: la massima elevazione è infatti rappresentata dal Ronas Hill (450 m), sull'isola di Mainland. La fauna autoctona presenta endemismi legati alla condizione insulare (razza ovina e pony Shetland). § Abitate da genti celtiche, subirono tra VIII e IX sec., l'invasione di gruppi norvegesi per cui (sec. X) passarono sotto la sovranità dei re di Norvegia. Nel 1468 Cristiano I di Norvegia le cedette a Giacomo III di Scozia come bene dotale della figlia Margherita, e nel 1472 gli scozzesi annetterono sia le Shetland sia le isole Orcadi.