Questo sito contribuisce alla audience di

Siór Tòdero brontolón o sia Il vècchio fastidióso

commedia in tre atti in dialetto veneziano di C. Goldoni, rappresentata al teatro San Luca di Venezia nel gennaio 1762. È lo spaccato di una famiglia della borghesia mercantile veneziana, dominata dalla figura di un vecchio avaro, gretto e dispotico. L'intreccio si basa su vicende di amori contrastati e condotti a buon fine da una donna di solido buon senso, ma la commedia vive soprattutto grazie al suo protagonista, delineato con tratti robusti, e al ritratto, sostanzialmente negativo anche se coperto dalla consueta vernice di bonarietà, di una classe sociale ormai priva di energie vitali. Notevole la fortuna di Todero sulle scene italiane: ne sono stati interpreti famosi L. Vestri, E. Zago e C. Baseggio.

Media


Non sono presenti media correlati