Questo sito contribuisce alla audience di

Siemens AG

industria elettrotecnica tedesca, fondata nel 1847 da W. von Siemens (Lenthe, Hannover 1816-Berlino 1892) e dall'ingegnere meccanico J. G. Halske. In seguito all'intensa attività dei suoi fondatori, la Siemens&Halske estese la sua attività al settore elettrico e sviluppò progressivamente le sue strutture. Nel 1903 costituì con la Schuckert di Norimberga una nuova società, la Siemens-Schuckertwerke, per la fabbricazione di apparecchiature per impianti ad alta tensione. Successivamente, mediante una serie d'incorporazioni e la costituzione di filiali e di consociate in numerosi Paesi, il Gruppo si è qualificato come una delle più importanti industrie del settore. Nel 1997 ha introdotto sul mercato il primo telefono GSM con display a colori e ha acquistato parti industriali della svizzera Elektrowatt e le attività delle centrali a carbone della statunitense Westinghouse. Nel 1998 ha realizzato una ristrutturazione con la cessione di una parte delle attività controllate.Nel 2002 la Siemens ha siglato un accordo di cooperazione con l'americana Motorola per l'utilizzo, nella produzione dei cellulari di terza generazione, di microprocessori e software sviluppati dal gruppo concorrente. Nel 2005 ha ampliato il proprio business dell'automazione industriale acquisendo la tedesca Flender Holding GmbH, uno dei maggiori fornitori di sistemi di trasmissione di potenza. Nel 2006 ha annunciato un accordo di fusione delle attività di reti cellulari e cablate con Nokia, che darà vita a una joint venture chiamata Nokia Siemens Network.

Media


Non sono presenti media correlati