Questo sito contribuisce alla audience di

Sigilmassa

antica città del Marocco, situata nella regione sahariana del Tafilalt, a S della catena dell'Atlante. Dell'antica Sigilmassa sono rimaste soltanto le rovine, presso Rissani (provincia di Errachidia). Secondo gli scrittori arabi medievali, sarebbe stata fondata nella prima metà del sec. IX dai Miknasa, pastori e mercanti berberi; ma altri indizi fanno supporre origini ben più remote. Si dà per certo che una dinastia miknasiana dei Benu Midrar vi regnò fino al 772 d. C., e che a essa subentrarono i berberi Zenata. Situata al centro di una raggiera di importanti vie carovaniere, ebbe rapido sviluppo, rivaleggiò col Ghana nei traffici dell'oro, sorpassò la stessa Fès per lungo tempo. Nel sec. XI fu presa dagli Almoravidi, che ne fecero la loro capitale; ma dopo il loro trasferimento a Marrakechosperità di Sigilmassa andò declinando anche perché oggetto di continua contesa fra gli Almohadi e i Merinidi. Nel sec. XV fu distrutta da un terremoto e non più ricostruita. Scavi preliminari hanno portato in luce resti di notevoli opere murarie e condutture d'acqua di tecnica molto progredita.

Media


Non sono presenti media correlati