Questo sito contribuisce alla audience di

Sillitoe, Alan

romanziere inglese (Nottingham 1928-Londra 2010). Di famiglia operaia, cominciò a lavorare in fabbrica a 14 anni. Ottenne immediato successo con il suo primo romanzo Saturday Night and Sunday Morning (1958; Sabato sera, domenica mattina), che esprime in un linguaggio nuovo e violento la rivolta per una condizione, quella operaia, che porta al materialismo più ottuso. Sillitoe stesso ne trasse la sceneggiatura per l'omonimo film di K. Reisz (1960). Pubblicò volumi di racconti (The Loneliness of the Long Distance Runner, 1959, La solitudine del maratoneta; The ragran's daughter, 1964, La figlia dello straccivendolo), poesie (Storm and Other Poems, 1974, Tempesta e altre poesie; Sun Before Departure, 1984, Il sole prima della partenza), ma soprattutto romanzi tra cui: Key to the Door (1961; Le chiavi di casa), A Tree on Fire (1967; Un albero brucia), romanzo iniziale di una trilogia (comprendente anche The Flame of Life, 1974; Il fuoco della vita e The Open Door, 1987; La porta aperta) sulla figura di un operaio rivoluzionario, Her Victory (1982; La sua vittoria), Down from the Hill (1984; Giù dalla collina), Life Goes On (1985; La vita continua). Tra gli ultimi romanzi ricordiamo: Last Loves (1990), Leonard's War: A love Story (1991; La guerra di Leonard), storia di un'ossessione sessuale, l'autobiografia Life without Armour (1995; Una vita senza corazza) e Birthday (2001).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti