Questo sito contribuisce alla audience di

Sipònto

località balneare del comune di Manfredonia (provincia di Foggia). Antica città della Daunia, poi colonia romana (194 a. C.), fu nel Medioevo possesso normanno e svevo. Dopo il terremoto del 1223, Manfredi al suo posto fece erigere Manfredonia. § Di grande importanza è la chiesa di Santa Maria Maggiore di Siponto, sorta nel sec. XI su fondazioni di epoca romana e rimaneggiata nel sec. XIII. Tra i più importanti edifici del romanico pugliese, con influssi moreschi, è a pianta quadrata, con cupola centrale e portale duecentesco a baldacchino; per una scala esterna si accede alla vasta cripta, spartita dai quattro pilastri della cupola e da sedici colonnine con capitelli romanici. A poca distanza, in direzione SW, si trova la chiesa abbaziale di San Leonardo di Siponto (sec. XI-XII); parte di un monastero templare, conserva un grandioso portale ricco di sculture e incorniciato in un baldacchino sorretto da colonne poggianti su leoni.Nell'area archeologica gli scavi hanno portato alla luce ampi tratti delle mura di età romana repubblicana. Accanto alla chiesa di Santa Maria Maggiore di Siponto sono le rovine di una basilica paleocristiana (sec. IV-VI), con resti di colonne e tombe di età romana. Dalla campagna circostante, dove sono segnalati numerosi insediamenti e necropoli dal sec. X al III a. C., provengono le famose stele daunie del Museo Archeologico Nazionale di Manfredonia, monumenti antropomorfi in pietra dei sec. VII-VI a. C., decorati a rilievo con scene mitiche, funerarie e della vita di ogni giorno degli antichi Dauni.

Media


Non sono presenti media correlati