Questo sito contribuisce alla audience di

Sirén, Heikki

architetto finlandese (Helsinki 1918). Assieme alla moglie Kaija riveste un ruolo importante nell'ambito del movimento razionalista finlandese, con una produzione che si caratterizza da un lato per l'attenzione ai materiali della tradizione finlandese, dall'altro per il continuo riferimento all'esperienza del moderno (in particolare l'opera di A. Aalto e di L. Mies van der Rohe). I progetti si avvalgono spesso dell'uso di elementi prefabbricati (a Otaniemi, mensa studentesca per l'Istituto di tecnologia, 1952 e cappella, 1956-57; a Helsinki, teatro nazionale, 1954; a Kaarela, case prefabbricate, 1960). Nel 1963 realizza degli edifici residenziali a Karhula, Tapiola e Espoon; lo stand all'esposizione d'arte contemporanea di Parigi. Tra gli anni Settanta e Ottanta si occupa della pianificazione residenziale della città di Korka. Tra le numerose opere realizzate all'estero si ricordano anche la sala concerti di Linz, in Austria, il centro conferenze a Baghdad (1978-82), l'ambasciata finlandese a Ryad (1984).

Media


Non sono presenti media correlati