Questo sito contribuisce alla audience di

Siròr

comune in provincia di Trento (104 km), 765 m s.m., 74,52 km², 1224 ab. (sirori), patrono: sant’ Andrea (30 novembre).

Centro della valle del torrente Cismon. Fu una delle quattro “regole” in cui era suddivisa la comunità di Primiero. A San Martino di Castrozza sorse nel sec. XI un ospizio dei camaldolesi, soppresso da Martino V nel 1418.§ Nel paese sorge la chiesa di Sant'Andrea, che risale al 1498. La parrocchiale di San Martino di Castrozza, ricostruita nel 1913, conserva l'originario campanile romanico duecentesco.§ L'economia locale si basa sul terziario: San Martino di Castrozza (compreso per una piccola porzione di territorio nel comune di Tonadico), ai piedi delle Pale di San Martino, è prestigiosa località di villeggiatura, stazione estiva e invernale di fama internazionale dotata di attrezzate strutture ricettive e impianti di risalita. Passo di Rolle è anche base per interessanti escursioni. L'agricoltura produce patate, cereali e foraggi; praticato è l'allevamento bovino. Il comparto manifatturiero è attivo nei settori edile e del legno (serramenti, pavimenti, mobili, infissi, articoli da regalo).A dicembre vi si svolge il pittoresco Christkindlmarkt, il mercatino di Natale di tradizione nordica.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->