Questo sito contribuisce alla audience di

Smalcalda, Léga di-

alleanza conclusa durante l'omonimo congresso (dicembre 1530-marzo 1531) tra sette principi e undici città protestanti della Germania, sotto la guida di Giovanni di Sassonia e di Filippo d'Assia. Sorta per contrastare l'editto antiprotestante di Augusta (1530), la Lega costrinse, con un'abile politica di alleanze militari, l'imperatore Carlo V alla conclusione di un compromesso (Interim di Norimberga, 1532), che consentì un'ulteriore espansione del luteranesimo in Germania. Sino al 1545, la potenza della Lega da un lato e le difficoltà dell'Impero nelle guerre contro i Francesi e contro i Turchi dall'altro, impedirono a Carlo V di tentare quella soluzione di forza del conflitto con i protestanti che venne attuata infine nel 1546-47 con la guerra di Smalcalda, i cui esiti furono lo scioglimento della Lega sconfitta e l'Interim di Augusta del 1548: esiti peraltro ancora una volta interlocutori rispetto alla definizione della lotta data nel 1555 con la Pace di Augusta.