Questo sito contribuisce alla audience di

Smith, Michael

biochimico canadese (Blackpool 1932-Vancouver 2000). Laureato in chimica all'Università del Massachusetts, poi professore di biochimica all'Università di Vancouver dove è stato direttore del laboratorio di biotecnologia. Ha elaborato un metodo col quale si introduce in un DNA una breve sequenza di nucleotidi, preparata sinteticamente, al posto di un'altra, provocando perciò una mutazione artificiale (mutagenesi puntiforme mirata). Il metodo è importante per capire i meccanismi della mutagenesi e quindi l'origine delle malattie genetiche. Si è occupato anche di ingegneria genetica. A Smith è stato assegnato, insieme con il biochimico statunitense K. B. Mullis, il premio Nobel per la chimica 1993.

Media


Non sono presenti media correlati