Questo sito contribuisce alla audience di

Soléto

comune in provincia di Lecce (21 km), 89 m s.m., 29,95 km², 5537 ab. (soletari), patrono: sant’ Antonio da Padova (13 giugno).

Centro del Salentomeridionale, appartenente alla Grecia Salentina. Di origine messapica, è forse la Soletum ricordata da Plinio, al cui tempo era però già deserta. Dai Bizantini ricevette popolazione, cultura e rito greco (mantenuto fino al 1598). Contea degli Orsini del Balzo (sec. XIV-XV), ebbe poi vari feudatari.§ La parrocchiale di Santa Maria Assunta (sec. XV, rifatta nel XVIII) è affiancata dalla cosiddetta “guglia di Raimondello” (1397), campanile quadrangolare a coronamento ottagonale in cui struttura romanica e forme gotiche si fondono con grande eleganza. La chiesa di Santo Stefano (sec. XIII-XIV) ha facciata romanico-gotica (1347) e affreschi dei sec. XIV e XV.§ L'economia si basa sull'industria, che opera nei settori dei materiali per l'edilizia e della lavorazione delle materie plastiche. È attivo l'artigianato del ferro battuto, del rame sbalzato e della pietra “viva”. L'agricoltura (tabacco, olive, cereali, frutta e ortaggi) e l'allevamento (pollame e bovini) completano il quadro economico.

Media


Non sono presenti media correlati