Questo sito contribuisce alla audience di

Solana, Javier Madariaga

uomo politico spagnolo (Madrid 1942). Laureatosi in chimica nel 1964, nello stesso anno aderiva clandestinamente al PSOE, bandito dal regime franchista. Dopo aver trascorso alcuni anni di studio all'estero, rientrava in Spagna nel 1971 e due anni dopo otteneva la cattedra di fisica dei solidi all'Università di Madrid. All'indomani della morte di Franco, Solana si impegnava nella politica attiva come dirigente del PSOE e nelle file del partito veniva eletto al Parlamento nel 1977. Ininterrottamente responsabile di vari dicasteri nei governi succedutisi dal 1982, era ministro degli Esteri dal 1992 al 1995, quando veniva nominato segretario generale della NATO. Nel corso del suo mandato (1995-99), Solana gestiva la ridefinizione del ruolo dell'organismo nel quadro dei mutati equilibri internazionali successivi alla dissoluzione dell'URSS; suo successo personale erano, in particolare, i negoziati con la Russia che si concludevano con la firma a Parigi (maggio 1997) del cosiddetto Atto fondatore sulle mutue relazioni, cooperazione e sicurezza. Unanimemente apprezzato per le sue qualità diplomatiche, Solana nel 1999 veniva nominato segretario generale del Consiglio Europeo, diventando anche il primo alto rappresentante della PESC (vedi Unione Europea).