Questo sito contribuisce alla audience di

Somàglia, Giùlio Marìa della-

prelato (Piacenza 1744-Roma 1830). Fatto cardinale nel 1797, dopo la nomina di Pio VII fu inviato a Roma come legato a latere, ma, costretto a lasciare la città dal ritorno dei francesi (1809), fu esiliato da Napoleone a Mézières e quindi a Charleville. Segretario della congregazione del Sant'Uffizio dopo la restaurazione, governatore di Roma (1815) e vescovo di Ostia e Velletri (1820), fu segretario di stato di Leone XII dal 1823 al 1828.

Media


Non sono presenti media correlati