Questo sito contribuisce alla audience di

Sommaruga, Giusèppe

architetto italiano (Milano 1867-1917). Allievo a Brera di C. Boito, si mise in luce col primo premio al concorso internazionale di architettura a Torino (1890). Era già un professionista notevolmente affermato (si ricordano di quegli anni l'ossario di Palestro, 1892, e alcuni edifici d'abitazione a Milano), quando la realizzazione di palazzo Castiglioni (1901-03) ne fece la personalità più notevole del liberty milanese. Sommaruga fu l'unico tra gli architetti italiani di linea modernista a creare uno stile proprio e personale, vigorosamente plastico, ma interessato anche a criteri di funzionalità spaziale, condotto coerentemente in tutta la sua attività successiva. Tra le opere più significative, la villa Faccanoni a Sarnico (1907), il mausoleo per la stessa famiglia nel cimitero di Sarnico (1908), la villa già Romeo, ora clinica Columbus, a Milano (1911-13), e l'Hotel Tre Croci a Campo dei Fiori di Varese, singolare, notevolissima premessa alle esperienze di Sant'Elia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti