Questo sito contribuisce alla audience di

Sonnàmbula, La-

opera in due atti di V. Bellini su libretto di F. Romani tratto da un vaudeville di J. P. Aumer e E. Scribe, rappresentata al Teatro Carcano di Milano il 6 marzo 1831. La vicenda, ambientata in un villaggio svizzero, si impernia sulle conseguenze del sonnambulismo di Amina, una giovane che a torto viene ritenuta colpevole di tradire il fidanzato Elvino e alla fine è riconosciuta innocente. In un clima fiabesco, di idillio, la musica di Bellini trova in quest'opera alcune delle sue espressioni liriche più felici.

Media


Non sono presenti media correlati