Questo sito contribuisce alla audience di

Soutter, Michel

regista cinematografico svizzero-francese (Ginevra 1932-1991). Proveniente dal cabaret e da un serio lavoro di regista e anche di autore (Les nénuphars, 1971-72) per la televisione romanda, realizzò dal 1966 al 1972 cinque film in 16 mm bianco e nero gonfiati in 35 (La lune avec les dents, 1966; Haschisch, 1968; La pomme, 1969; James ou pas, 1970; Les arpenteurs, 1971-72) di crescente interesse, e che lo posero, specialmente l'ultimo, tra i maestri del nuovo cinema svizzero. Forse il più vicino alla lezione di Godard, è stato colui che, attraverso un linguaggio quanto mai aderente all'immobilismo, alla ritualità e al silenzio tipici della società del suo Paese, magistralmente ne ha studiato, analizzato ed espresso i comportamenti. Altri film: L'escapade (1973), Repérages (1977), L'amour des femmes (1981), A toi pour la vie (1985), Signé Renart (1985).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti