Questo sito contribuisce alla audience di

Spèri, Tito

patriota (Brescia 1825-Mantova 1853). Volontario nell'esercito sardo durante la prima guerra di indipendenza, si distinse a Governolo. Costretto all'esilio dopo aver preso parte alle Dieci giornate di Brescia, si rifugiò a Lugano e a Torino. Rientrato in patria nel 1850, si mise in contatto con il comitato mazziniano di Mantova svolgendo attività cospirativa. Arrestato (1852) e accusato di aver preparato l'assassinio di un funzionario del governo austriaco di Mantova, fu condannato a morte e impiccato sugli spalti di Belfiore.