Questo sito contribuisce alla audience di

Speke, John Hanning

esploratore inglese (Jordans 1827-Bath 1864). Dopo aver compiuto vari viaggi in India e nel Tibet, nel 1857 intraprese con R. F. Burton una spedizione, patrocinata dalla Società geografica di Londra, con lo scopo di raggiungere il lago Niassa, partendo da Dar es Salaam, e di rilevare le sorgenti del Nilo. Nel febbraio 1858 scoprirono il lago Tanganica, ma, stanchi e malati, rinunciarono a esplorarne le coste né poterono proseguire per il lago Niassa e ripararono su Tabora, in Tanganica. Qui si separarono e Speke si diresse verso N, raggiungendo un grande bacino lacustre che chiamò Vittoria in onore dell'allora regina d'Inghilterra e che considerò come sorgente del Nilo. Per cercare una conferma a questa sua intuizione, compì tra il 1860 e il 1863, insieme con lo scozzese J. A. Grant, una nuova spedizione, nella quale esplorò le coste settentrionale e occidentale del lago Vittoria e discese il corso del Nilo fino a Gondokoro. Ha scritto il Journal of the Discovery of the Source of the Nile (1863).

Media


Non sono presenti media correlati