Questo sito contribuisce alla audience di

Spohr, Louis

(Ludwig), violinista, direttore d'orchestra e compositore tedesco (Braunschweig 1784-Kassel 1859). Esordì giovanissimo come violinista e nel 1799 divenne musico di camera del duca di Braunschweig. Nel 1802 fece col suo maestro, F. Eck, un viaggio in Russia, dove conobbe M. Clementi e J. Field. Dopo un'infelice esperienza parigina, il successo di una tournée in Germania gli valse (1805) il posto di primo violino nell'orchestra del duca di Gotha e i primi successi come compositore. Direttore dell'orchestra del Theater an der Wien (1812-15) e dell'Opera di Francoforte (1817-19, anno in cui vi fece rappresentare la sua Zemire), fu poi maestro di cappella (1822-47) e Generalmusikdirektor (1847-57) alla corte di Kassel, dove realizzò alcune tra le sue migliori composizioni: le opere Jessonda (1823) e Die Kreuzfahrer, l'oratorio Die letzten Dinge, la sinfonia Die Weihe der Töne. Compì, durante questi incarichi, tournée concertistiche in tutta Europa, con incontrastato successo. Ammiratore di R. Wagner, contò tra gli amici L. van Beethoven, G. Rossini, L. Cherubini, F.-A. Habeneck, N. Paganini, R. Kreutzer. Tra le personalità più significative del primo Ottocento musicale tedesco, fu eccellente direttore d'orchestra e straordinario violinista, volto più all'approfondimento espressivo che al virtuosismo.

Media


Non sono presenti media correlati