Questo sito contribuisce alla audience di

Spychalsky, Marian

uomo politico polacco (Łódź 1906-Varsavia 1980). Architetto, militante comunista, dopo la caduta della Polonia nel 1939 si rifugiò in URSS, dove collaborò all'organizzazione dell'esercito polacco in esilio. Accusato di deviazionismo nel 1949, solo nel 1956 poté riprendere l'attività politica. Fu ministro della difesa, maresciallo (1963) e dal 1968 al 1970 presidente della Repubblica.

Media


Non sono presenti media correlati