Questo sito contribuisce alla audience di

Srinagar (città)

città (586.038 ab. nel 1991) dell'India, capitale estiva dello Stato di Jammu e Kashmir e capoluogo del distretto omonimo, 650 km a NNW di Delhi, a 1893 m sul fiume Jhelum, presso la sponda occidentale del lago Dal. Importante centro commerciale della valle del Kashmir, famoso per il suo artigianato di antica tradizione (scialli, tappeti, gioielli, oggetti in cuoio, legno, rame, argento, cartapesta ecc.), è frequentata località residenziale e turistica, sede di industrie alimentari, cartarie e tessili. Università del Kashmir (1969). Aeroporto. § A parte le pochissime testimonianze di monumenti buddhisti e induisti, prevalgono i caratteri dell'architettura musulmana in cui si identifica l'aspetto generale di Srinagar, sottolineato dalle varie moschee e da altri monumenti costruiti con ampio uso del legno. Tra i più importanti è il mausoleo (sec. XV, a pianta stellare modificata dall'interpretazione locale) della madre di Zain ud-Abidīn; alla stessa epoca risale la fondazione della grande moschea Ǧāmi Mašǧid, soggetta più volte nel tempo a sostanziali restauri. Notevole la moschea a due piani su pianta quadrata di Shah Hāmadān.

Media


Non sono presenti media correlati