Questo sito contribuisce alla audience di

Stìa

comune in provincia di Arezzo (48 km), 441 m s.m., 62,71 km², 3008 ab. (stiani), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro del Casentino, situato nell'alta valle dell'Arno, ai piedi del monte Falterona; è compreso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna. Noto nel Medioevo come Palagio (dal nome della sontuosa abitazione del conte Baldino del 1230), fu residenza di un ramo dei conti Guidi. Nel 1402 passò a Firenze assumendo il nome di Palagio Fiorentino, che gli rimase fino al Settecento. Da segnalare la chiesa di Santa Maria Assunta, del sec. XII e più volte trasformata, con pregevoli opere di Bicci di Lorenzo e dei Della Robbia. § L'industria è rappresentata da varie aziende operanti nei rami tessile (in particolare produzione del panno casentino, lana elegante e raffinata, tradizionalmente verde e arancio, oggi in molti colori), cartario, grafico, del mobile, meccanico e del ferro battuto. L'agricoltura dà grano, vino e foraggi. Sviluppato il turismo, soprattutto estivo. § A settembre si svolge la Biennale Nazionale d'Arte Fabbrile. Qui Leonardo Pieraccioni girò il film Il ciclone (1996).