Questo sito contribuisce alla audience di

Stamp Act

(Legge sul bollo), legge imposta dal governo britannico (1765) di G. Grenville alle colonie americane, che suscitò una vivissima reazione tanto da provocare, nell'ottobre 1765, un congresso di rappresentanti di alcune di queste colonie a New York. Il congresso contestò al governo inglese la facoltà di imporre tasse alle colonie, perché queste non erano rappresentate in Parlamento, quindi non in grado di discuterle. Il principio (No taxation without representation) divenne in breve popolarissimo presso i coloni e, benché la legge fosse abrogata già nel 1766, rimase una delle concause della guerra di indipendenza.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti