Questo sito contribuisce alla audience di

Stanze per la mòrte del padre

(Coplas por la muerte de su padre), elegia (ca. 1476) del poeta castigliano Jorge Manrique. In 480 versi ottonari e quaternari, scanditi in strofe di 6 versi ciascuna, è un solenne e commosso pianto funebre stoico-cristiano che, pur riprendendo i luoghi comuni di tanta poesia medievale (l'ubi sunt?, il dialogo con la morte, la certezza del premio d'oltretomba ecc.), li rende vivi e nuovi in virtù di un raffinato magistero artistico. È probabilmente il più perfetto poema dell'intero Medioevo spagnolo.

Media


Non sono presenti media correlati