Questo sito contribuisce alla audience di

Starov, Ivan Egorovič

architetto russo (Pietroburgo 1745-1808). Tra i maggiori esponenti del gusto classicistico affermatosi in Russia con G. Quarenghi. Dopo gli studi a Mosca e a Pietroburgo soggiornò a Parigi e in Italia (1762-68), dove studiò le opere palladiane. Rientrato in Russia, dopo le prime realizzazioni (palazzo Gagarin a Nikolskoe, 1773-79) ancora legate al gusto tardobarocco, si volse decisamente a forme neoclassiche già nella cattedrale della Trinità nel monastero Alessandro Nevskij (1776-90), pienamente riprese poi nel palazzo di Tauride (1783-89), costruito a Pietroburgo per i Potëmkin e modello di tutte le residenze nobiliari russe del sec. XIX, e nel palazzo reale di Pella (1785-89), ora demolito, vasto complesso architettonico dall'interessante articolazione.

Media


Non sono presenti media correlati