Questo sito contribuisce alla audience di

Steen, Jan Havickszoon

pittore olandese (Leida 1626-1679). Forse allievo di A. van Ostade, fu comunque influenzato dal suocero J. van Goyen e fu acuto osservatore di numerosi pittori suoi contemporanei. Studiò inoltre attentamente le stampe sulla pittura veneziana cinquecentesca e in particolare quelle di J. Callot. Lavorò all'Aia, a Delft, a Warmond, ad Haarlem (1661-70, il suo periodo migliore) e infine a Leida, eseguendo quadri di soggetto religioso, mitologico e storico, ma soprattutto di genere, con una produzione vastissima che comprende tutti gli aspetti della vita popolare e borghese dei Paesi Bassi descritti affettuosamente o ironicamente secondo le situazioni, stilisticamente assai suggestivi per il colore prezioso e raffinato steso a rapide pennellate. Delle sue numerosissime opere, presenti in quasi tutti i musei europei e reperibili sul mercato internazionale, si ricordano Il cavadenti (1651, L'Aia, Mauritshuis), La festa all'osteria (1674, Parigi, Louvre), La preghiera prima del pranzo (Londra, National Gallery), La gabbia del pappagallo (Amsterdam, Rijksmuseum).

Media


Non sono presenti media correlati